Perché Sanremo è Sanremo (giorno cinque)

sabrina impacciatore_11005154
Foto da Google

Sanremo, giorno cinque, pipì fatte 30182, bestemmie lanciate 2891

Ragazzi, è finita! Siamo sopravvissuti anche stavolta!
Ringrazio Michelle Hunziker per avermi insegnato che in qualsiasi momento di difficoltà, basta sorridere e far partire un applauso per i tecnici e per tutti quelli che stanno facendo questo meraviglioso lavoro: userò questa strategia anche all’esame: “un applauso a voi assistenti che siete qui!”. Grazie a Pierfrancesco Favino, per averci dimostrato ancora una volta la sua immensa bravura e, permettetemi un commento tecnico: “Picchio sei figo!” Grazie a Baglioni perché, alla fine, ha fatto quello che sa fare meglio: cantare, quindi, un premio, stasera, vedete di farlo uscire anche per lui!

Bene, i ringraziamenti sono stati fatti, vediamo cosa è successo nell’ultima serata:

  • Ore 21,25 scende dalla scala dell’Ariston la grande ospite, Laura Pausini. Già accompagnata da Baglioni, perché tanto lo sa, dal duetto non si scappa. Partono le note di “Avrai” che ha la durata minima di 28min. La laringite si fa sentire, ma Laura non molla. Scende dal palco, inizia ad andare dal pubblico, esce fuori dal teatro, poi all’esterno, fa cantare il pubblico. Io mi alzo, inizio a camminare e chiudo la porta a chiave. Non è che camminando questa me la trovo a casa mia!?
  • Irrompono i ragazzi di Sanremo Young con un uovo di pasqua. Ah no, dalla regia mi informano che è Antonella Clerici. Embè Antonella, se fai uscire altri tre piccioni pure da questo programma, ti vengo a prendere a casa!
  • Mentre “Lo stato sociale” è sul palco a cantare, nonna Peggy è giù in platea a 83 anni a far alzare tutti i culi dalle poltrone. Io no, il mio è saldamente incollato al letto. NONNA PEGGY NON MI AVRAI!
  • P I E R F R A N C E S C O F A V I N O. Così, con eleganza e bravura a dimostrare che temi importanti vanno trattati in un certo mondo e cantati con una certa classe, come fa Fiorella Mannoia (che naturalmente si trova alle spalle Baglioni!) Bravi!
  • Si conclude la gara e il direttore artistico imbraccia la chitarra e inizia a cantare “Strada Facendo”. In camera mia siamo tutte a cantare. Dalla scala scendono tre cantanti. Mi arriva un messaggio da mia sorella:
    “Ti giuro, ho temuto fosse di nuovo “Il Volo!”
  • Arriva la classifica. Quasi. E siccome non è ancora pronta e c’è da aspettare due minuti, Baglioni prova ad attaccare un’altra canzone. Claudio, ma dobbiamo aspettare solo due minuti! Vai a fare una pipì, prenditi un bicchiere d’acqua, taci!
  • Sabrina Impacciatore, sono praticamente io al Festival, caduta compresa!
    LEVATEVI TUTTI CHE VOGLIO CONDURLO IO!
  • Topo Gigio viene promosso e passa dal fare la scaletta a fare la classifica: i finalisti sono Annalisa, Meta-Moto e lo Stato Sociale.
  • Viene lanciato un altro televoto per i finalisti mentre io spero che vengano lanciati in aria anche Meta-Moro!
  • Momento “ORNELLA VANONI” . Sale sul palco, ritira il premio ringrazia tutti e fa: “Questo per cos’è!?” RAGAZZI, SI VOLA!
  • Edoardo Leo sul palco. Edoardo Leo con Pierfrancesco Favino sul palco. Le mie ovaie stanno ringraziando. Io con gli occhi a cuoricino. Arriva Baglioni.
    OOOOH E ALLORA!?! E basta con ste canzoni?! Baglioni spostati! Ma poi perché c’è il Vecchio Coro dell’Antoniano?!
  • Vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro.
    L’anno prossimo vado anche io a Sanremo con un brano inedito. Il ritornello fa “Non si può restare soliiii, certe notti quiii! Chi si accontenta godeeee, così così!”

Ah, i vincitori vanno all’Eurovision. Viene anche Baglioni, inutile che fate i tipi!
Salutatemi tutti eh!
Amici, stasera si dorme!

Rispondi